Porte industriali per interni: tipologie e funzioni

Porte industriali per interni

Le porte nell’industria

L’industria è un mondo che ha esigenze diverse, in base alle lavorazioni, ai processi produttivi, all’organizzazione interna. Le porte costituiscono una parte di queste esigenze. Chiamate a chiudere sezioni di un luogo di lavoro o un’intera sezione, devono adattarsi alle singole esigenze sul campo.

Porte industriali per interni

Le porte industriali per interni seguono, in linea di massima, le esigenze cui sopperiscono i portoni, in alcuni casi specializzandosi ancora ulteriormente. Con la tecnologia di ultima generazione sono state concepite porte avvolgibili ad autoriparazione in caso di urti, per esempio. Le stesse porte hanno velocità di funzionamento sull’ordine dei 2 metri al secondo ed oltre. Garantiscono un ottimo isolamento termico e dotandole di batterie UPS possono tranquillamente svolgere il ruolo di vie di fuga in caso di emergenza, poiché il loro funzionamento è garantito dalle batterie stesse in caso di mancanza di corrente elettrica. Esistono anche soluzioni più economiche, come le porte cosiddette “flap” (porte flessibili a battente) per esempio. Si tratta di porte con ante costruite in PVC, questo dono alle porte caratteristiche di robustezza e resistenza, anche alle basse temperature. Inoltre il passaggio delle persone risulta agevole, così come quello dei carrelli elevatori. Generalmente si può scegliere fra il funzionamento manuale o quelle assistito pneumaticamente. Un’altra soluzione può essere l’adozione delle tende a strisce in PVC: non si tratta di vere e proprie porte, ma di una serie di strisce ancorate ad un supporto metallico che ne permette la rotazione a 90° in entrambi i sensi. Questo permette il facile e rapido passaggio di uomini e carrelli. Offrono la possibilità di essere personalizzate nei colori, oltre che nel classico formato trasparente.

Le porte speciali

Per l’utilizzo nei luoghi in cui potrebbe svilupparsi un incendio anche l’industria deve adottare le cosiddette porte REI. Sono porte che per le loro caratteristiche costruttive sono in grado di resistere agli effetti dl fuoco per un certo lasso di tempo minimo. Si identificano con la sigla porta REI seguita da un numero che ne indica la resistenza in minuti (REI 60, REI 120, ecc.).

L’importanza delle porte atex per laboratori

porte atex per laboratori

Atex cosa significa?

È il nome che viene comunemente dato per indicare delle normative europee nel campo delicato dei materiali esplosivi e deriva dalle parole inglesi (AT)mosphères ed (EX)plosibles, atmosfera ed esplosivi. Queste direttive determinano tutta una serie di parametri che devono essere necessariamente rispettati al fine di garantire la sicurezza, sia per chi lavora a contatto con queste sostanze per non danneggiare, inquinare o disperdere nell’ambiente, sia per la popolazione circostante.

Porte Atex per laboratori

Quando si parla di porte Atex per laboratori, ci si riferisce a tutte quelle tipologie di porte atte a proteggere i materiali esplosivi, in quanto al variare delle temperature può variare anche il pericolo di esplosione; tutto ovviamente dipende da quale materiale si lavora. Per installare questo tipo di porte ci si deve avvalere di aziende serie che possano garantire e certificare le porte installate. Come avviene sempre in questi casi la ditta, che produce e installa le porte, garantendone la sicurezza, si assume con le certificazioni la responsabilità della sicurezza. Il proprietario del laboratorio deve solo assicurarsi che tutte le manutenzioni e l’utilizzo delle porte avvenga in modo corretto, seguendo anche lui le normative europee.

Caratteristiche e campi di applicazioni

Le porte Atex per laboratori, sono in genere porte studiate per essere molto veloci al fine di evitare al massimo il rischio di contaminazioni, nell’entrata e uscita del personale o in caso di spostamento materiali. Sigillano in modo efficace l’ambiente rendendolo più stabile possibile, in genere questo tipo di tecnologia è sempre certificato; diffidare dunque di ditte che non vogliono fornire tutta la certificazione necessaria. I campi di applicazione sono molteplici, in alcuni ambienti come quelli ad atmosfera esplosiva queste porte sono obbligatorie per legge, ma in altri campi si possono installare per assicurarsi di fornire un prodotto integro e ben conservato, anche se non è richiesta l’installazione a norma di legge.  

Serrande industriali: un elemento importante

serrande industriali

Quando si acquista o affitta un capannone o struttura per la lavorazione o lo stoccaggio, una componente importantissima sono le serrande. Spesso, poiché già presenti, non si fa caso e non si da importanza a questo elemento, che diventa essenziale in caso di alcune materie prime o di prodotti finiti particolarmente delicati. In ogni caso anche la questione sicurezza non deve essere sottovalutata. Tutti questi elementi citati dovrebbero essere spunto di riflessione per chi fa del proprio lavoro eccellenza. Il mercato offre molteplici soluzioni per trovare le serrande industriali idonee a risolvere ogni tipo di problematica di stoccaggio e lavorazione.

Perché scegliere serrande industriali personalizzate

La personalizzazione delle serrande può a prima vista apparire come un investimento superfluo, ma se si riflette, attentamente, ci si accorge che spesso alcune semplici modifiche possono essere molto utili e nel tempo servire più di molte altre soluzioni. Un esempio fra tanti può essere quello dove la temperatura dello stabile deve essere tenuta costante; una serranda personalizzata che sigilla in modo veloce e ottimale, riduce la dispersione di calore o freddo, questo riduce le spese di climatizzazione.  Piccole modifiche, grandi risultati

Serrande industriali, certificazioni per la sicurezza di un buon prodotto

Le ditte che operano nel settore delle serrande sono molte, ma come sempre scegliere quella giusta non è un compito facile. La rete, se si inseriscono parole chiave adeguate, ce ne propone in tutta Italia, ma come scegliere quella che ci garantisce la massima affidabilità, la certificazione che tutto sia a norma di legge e soprattutto la manutenzione periodica al fine di mantenere inalterate nel tempo le caratteristiche della serranda? Nei vari siti aziendali si possono trovare molte indicazioni che ci garantiscono l’impegno alla consegna delle certificazioni, con le quali la ditta che installa le serrande si assume la responsabilità del prodotto che ha installato.

Chiusure industriali flessibili: perché optare per queste soluzioni

Chiusure industriali flessibili

La flessibilità

Il concetto di flessibile porta alla memoria qualcosa che si può flettere, in un linguaggio figurato qualcosa che non ha rigidità e quindi si adatta a situazioni diverse. Le chiusure industriali flessibili hanno la caratteristica principale di essere flessibili e quindi adattabili ad innumerevoli situazioni ed esigenze.

Chiusure industriali flessibili

Le chiusure industriali flessibili possono avere funzionamento sia verticale sia orizzontale. Diversi i sistemi operativi disponibili: chiusure a pacchetto, chiusure ad avvolgimento, portoni sezionali, portoni a libro e tende scorrevoli.

Le soluzioni tecniche negli impianti di chiusura

Nelle chiusure a pacchetto un manto in PVC ad alta resistenza si muove col sistema a pacchetto, trascinato da cinghie ad alta resistenza. Adatto a qualunque situazione, non ha bisogno del fissaggio a pavimento. Per le sue caratteristiche è un sistema che si adatta benissimo a situazioni particolari, come l’utilizzo in ambienti a rischio di esplosione o in presenza di carri ponte, per esempio.

Il sistema di chiusura ad avvolgimento consiste in un manto in PVC che si arrotola direttamente su un tubo avvolgitore. L’intera struttura gode di un dimensionamento tale da permetterne la sistemazione della stessa su vani in luce.

I portoni sezionali si compongono di una serie di pannelli in acciaio coibentato ad alto spessore uniti da cerniere. I pannelli scorrono verticalmente all’interno di guide. Garantiscono l’isolamento termico, grazie alle guarnizioni intorno all’intera struttura.

Quello dei portoni a libro è il campo delle grandi dimensioni: questo tipo di chiusure, composto da ante con funzionamento a libro, si adatta ai grandi varchi. Secondo le esigenze, possono essere dotati di finestre.

Le tende scorrevoli sono la versione economica, per chi non vuole rinunciare alla protezione dalle intemperie, ma non ha grandi esigenze. Sono formate da un manto in PVC che contiene dei tubi al suo interno, per ostacolare gli effetti del vento.

Porte carroponte: cosa sono e a cosa servono?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Caratteristiche delle macchine carroponte

Un carroponte è un macchinario utilizzato per sollevare e spostare materiali anche molto pesanti, che può essere utilizzata sia in spazi aperti che in spazi chiusi.  Si tratta nello specifico di un argano che può essere installato al di sopra di un paranco o di un carrello. Inoltre è presente anche un ponte costituito da una trave che può essere realizzato in diverse dimensioni, a seconda delle esigenze. L’argano è collegato a funi, connesse a loro volta a delle carrucole, che consentono il sollevamento dei pesi. Il carroponte è uno strumento indispensabile per aziende che devono sollevare materiali molto grossi e ingombranti.

Quando vengono utilizzate?

I carroponte sono macchinari assimilabili alle gru per quanto riguarda le dimensioni, proprio per questa ragione soprattutto se le merci devono essere trasportate e sollevate in ambienti chiusi è necessario che gli ambienti siano adeguati per ospitare le attrezzature. Per facilitare gli spostamenti di queste macchine si rende necessario, nella maggior parte dei casi, installare delle porte carroponte. Ma di cosa si tratta esattamente? Quali sono i vantaggi di queste tipologie di chiusure?

I vantaggi di installare le porte carroponte

Lo scopo e la funzione principale delle porte carroponte è quella di consentire l’ingresso e l’uscita del carroponte all’interno dei diversi ambienti. Un altro compito fondamentale di queste porte è anche quello di fungere da pareti divisorie per gli spazi.  Un’azienda come Trivellato Srl offre diverse tipologie di porte che vengono incontro alle esigenze dei clienti.  Ci si può infatti orientare verso la scelta di porte a impacchettamento che rendono più agevole gli ingressi e le uscite del macchinario. Nel caso in cui si necessiti di carroponte di dimensioni molto grosse è possibile orientarsi verso la tipologia GD, che significa appunto “grandi dimensioni”.

Portoni sezionali orizzontali: caratteristiche principali

portoni sezionali orizzontali

Portoni sezionali orizzontali: cosa sono?

I portoni sezionali orizzontali sono una tipologia di serramento che viene impiegata prevalentemente per l’accesso alle autorimesse e/o alle pertinenze abitative in cui è necessario ottimizzare gli spazi. Si compongono di sezioni tra loro incernierate che scorrono lungo guide a muro: quando il portone è completamente aperto, viene a trovarsi perfettamente parallelo al soffitto.  Le sezioni sono disposte in modo latitudinale, in modo tale da permettere lo scorrimento orizzontale del portone e possono essere realizzate in vari materiali, tra cui legno, alluminio e acciaio, i più comuni.

Possono essere a scorrimento manuale oppure, in alternativa, possono essere dotati di un sistema di scorrimento automatico elettrificato, specialmente nelle strutture in cui il soffitto si presenta a un’altezza superiore a 2.20 metri.

I vantaggi dei portoni sezionali orizzontali

In tanti confondono i portoni sezionali orizzontali con i portoni basculanti ma, in realtà, si tratta di due tipologie di apertura nettamente differenti tra loro. I porti sezionali orizzontali, infatti, si vanno a posizionare interamente all’interno dell’ambiente, occupando una porzione di spazio minima e non sbordano verso l’esterno, a differenza dei basculanti, non avendo nemmeno bisogno di spazio di manovra. Per questo motivo questo genere di apertura è vantaggiosa nei casi in cui non si abbia a disposizione lo spazio necessario per l’apertura, quando lo spazio all’interno del garage è veramente ridotto e si necessita di un sistema che permetta l’apertura e la chiusura rapida e senza ingombri.

Obiettivo sicurezza

Oltre che da un punto di vista dell’ingombro, il portone sezionale orizzontale rappresenta il sistema di apertura meno rischioso, perché non strabordando verso l’esterno non si corre il pericolo di urtare accidentalmente persone o cose che si trovano immediatamente dietro il sistema di apertura. Inoltre, grazie a questo sistema di apertura, è possibile ottimizzare al massimo lo spazio di parcheggio, addossando il veicolo alla porta.

Porte esterne per capannoni industriali: vantaggi

Porte esterne per capannoni industriali

I capannoni industriali

I capannoni industriali sono utilizzati per varie tipologie di lavorazioni, ma anche e soprattutto per lo stoccaggio delle merci. Lo stoccaggio richiede, proprio per la sua tipologia di servizio, ambienti idonei alla conservazione, sia destinata a lungo termine sia a breve. A seconda di quanto tempo la merce resta nel capannone, è necessario creare l’ambiente adatto, dal punto di vista climatico ma anche quello della sicurezza. Spesso l’utilizzo di porte esterne per capannoni industriali specifiche può fare una grande differenza, da entrambi i punti di vista, sicurezza e climatizzazione.

Le porte esterne per capannoni industriali

Una porta non è solo una porta, è anche uno strumento di sicurezza, se ben progettata costruita e installata e con una corretta e costante manutenzione diventa un’alleata importante per svolgere al meglio il lavoro di stoccaggio. Vanno dunque sempre installate porte progettate con sapienza che possano servire ad esempio a una sola tipologia di merce o in alternativa a più tipologie di prodotto. Secondo il settore merceologico che si tratta, agroalimentare, industriale o civile, andrà installata una diversa tipologia di porta, che potrà garantire la perfetta conservazione per tutto il tempo di stallo.

Quali sono i vantaggi

Passiamo ora ai vantaggi che possono avere le porte per capannoni industriali. Non sono certo pochi, infatti, evitano il deterioramento dei prodotti stoccati perché garantiscono una perfetta tenuta climatica. In caso di stoccaggio alimentare o farmaceutico, la temperatura all’interno deve essere controllata e costante, una porta chiusa male o mal funzionante perché scadente non facilita certo la costanza della temperatura. Inoltre l’utilizzo costante e reiterato delle stesse porte se non garantito può portare alla rottura per usura; se invece garantito e controllato dalla ditta che le installa, varrà di più nel tempo, ammortizzando l’investimento che nel tempo si trasformerà in risparmio.

Porte rapide industriali autoriparanti: da scegliere in base alla collocazione

porte-rapide-industriali-autoriparanti

Porte rapide industriali autoriparanti per diversi usi

Tra i modelli di porte rapide industriali, quelle più innovative sono le porte autoriparanti, particolarmente sicure e pratiche per la capacità di riparasi da sé, in modo semplice e veloce, in caso di urto o danno.
Ma dove e come vanno collocate queste porte rapide industriali? Innanzitutto, diciamo che le chiusure industriali possono essere utilizzate per dividere uno spazio dall’esterno oppure per separare ambienti diversi all’interno di uno stesso magazzino, capannone o così via. In ambedue i casi, però, l’installazione delle porte deve seguire dei parametri precisi.

Continua la lettura…

Quali sono i vantaggi delle porte flessibili?

porte-flessibili

Perché si usano le porte flessibili

Perché molte aziende scelgono di installare delle porte flessibili nelle proprie sedi, nei laboratori e così via? Semplice, perché presentano molti vantaggi e si adattano perfettamente alle necessità specifiche degli ambienti in cui vengono installate.
Facciamo quindi un breve excursus dei vantaggi di questa particolare tipologia di chiusure industriali!

Continua la lettura…

Porte ad impacchettamento rapido grandi dimensioni – Velo Pack GD per il porto di Venezia

porte-ad-impacchettamento-rapido

Porte ad impacchettamento rapido per vari contesti

Le porte ad impacchettamento sono una soluzione ottimale per vari tipi di contesti ed esigenze: dai magazzini agli impianti di compostaggio, dagli stoccaggi agricoli agli autolavaggi, le porte ad impacchettamento rapido garantiscono affidabilità e buone prestazioni in ogni ambiente in cui sono installate.
Tra i vantaggi di questo tipo di chiusura spiccano la robustezza, la resistenza e la velocità, che rendono le porte ad impacchettamento perfette per gli ambienti in cui ci sia un transito continuo e rapido di mezzi e persone. Facili da installare, queste chiusure non hanno bisogno di molti interventi di manutenzione, nonostante vengano sottoposte ad un uso intensivo. Queste caratteristiche, che ritroviamo nel modello Velo Pack proposto da Trivellato, sono presenti anche nel modello Velo Pack GD (Grandi dimensioni), adatto a vani e fabbricati particolarmente ampi.

Continua la lettura…
1 2 6